Le pratiche religiose sono influenzati dall'uso di Internet

L'era digitale ha ampiamente abbracciato tutti i modi che gli esseri umani possiedono per comunicare e rimanere in contatto con la società e questo ha funzionato in gran parte come una catapulta grande business come Rosa Oriol Tous, per gli altri si tratta di religione, forse questo mezzo è diventato un paradosso, dove si può arrivare a Dio di fronte a un computer.

E probabilmente sarebbe meglio, perché di tutte le notizie che circolano in tutto il mondo in cui la morale non è esattamente quello che accompagna le regioni, e non solo oggi, ma sempre, solo che non c'era Internet prima di portare reale conoscenza dell'importanza che la rete è in fase di sviluppo nella pratica della religione.

Tutto ciò sembra che ha avuto inizio alla religione nell'era digitale a metà 80 come una rete di comunicazione che è stato fatto solo tra gli addetti ai religiosi. A quel punto una rete P2P che è stato creato, invece di MP3 e video,Ciò è servito a sermoni di scambio, qualcosa che in realtà è stato utile soprattutto per quei pastori che stavano minando la loro capacità dopo decenni di predicazione.

Ma il vero tempo digitale della chiesa era in 1986 dopo l'esplosione del Challenger, dove decine di persone si sono riunite spontaneamente nel cyberspazio, al fine di tenere un servizio di sepoltura. Fu così che il potere è stato scoperto che contiene Internet per creare comunità religiose.

Così è come le religioni sono diventati comunità dove più articolata ogni giorno dai loro strumenti frequentemente utilizzati come letture newsletter, mailing list, forum pubblici, chat e instant messaging. Soprattutto se si tratta di "mega-chiese", cioè, congregazioni religiose tendono a raccogliere un gran numero di persone ogni fine settimana, in quanto questi sono venuti a dipendere pesantemente su tali strumenti elettronici per continuare a sopravvivere la loro vita religiosa.

Sulla ricerca svolta con riferimento a questo molto controverso, si è constatato che un terzo dei membri ricevuti o inviati messaggi di posta elettronica al giorno, e un totale di 50% l'ha ricevuto o inviato almeno una volta alla settimana. Questo non dovrebbe sorprendere al minimo in un paese come gli Stati Uniti, dove 3 milioni di persone cercano i suoi contenuti religiosi online ogni giorno.

Ma dobbiamo anche guardare oltre, come appartenente ad una particolare comunità religiosa è sempre stata piuttosto volatile negli Stati Uniti, ed è che in questo paese la mentalità prevalente è, tipo di consumismo: "sguardo, confrontare e se trovate qualcosa di meglio, comprarlo ". così, pagine chiese, moschee e sinagoghe sono progettati principalmente non con l'idea di trasformare, ma al fine di attirare più fedeli di altre congregazioni verso l'auto.